Crea sito

REPARTO TRE COPPE, Cuorgnè come Hogwarts

Posted on 26 Gennaio 2018


1994, Hogwarts. Fleur Delacour dall’Accademia della magia di Beauxbatons , Viktor Krum dall‘Istituto Durmstrang, Cedric Diggory e Harry Potter dalla scuola di magia e stregoneria di Hogwarts sono chiamati,

in quanto allievi più brillanti delle rispettive scuole, a sfidarsi nelle tre difficilissime prove dell’antico e celeberrimo Torneo Tremaghi. 24 anni dopo, il calice di Fuoco ha parlato e la palestra di roccia dell’oratorio di Cuorgnè ha l’onore di ospitare la più speciale delle edizioni di questo Torneo, quella organizzata dal Reparto Tre Torri.

Dopo intensi mesi di preparazione, i ragazzi del Reparto Tre Torri si trovano nel cuore della progettazione del loro grande sogno, ad un passo dalla realizzazione, le pattuglie stanno tirando le somme del lavoro svolto fino ad ora: c’è chi ultima il menù del ricco pranzo -in pieno stile Hogwarts- che accoglierà gli ospiti (non mancano di certo le sfide all’ultimo sangue che vedono fronteggiarsi i sostenitori dei voulevant alla fonduta contro gli amanti del flan di peperoni!), chi progetta gli stendardi delle casate che decoreranno la sala, chi insegue il Don per ottenere il permesso di utilizzare la cucina, chi si occupa degli omaggi da regalare ai partecipanti, chi sforna torte e confeziona biscotti home made per gli ultimi autofinanziamenti, chi ricontrolla che i preventivi siano stati fatti con precisione, chi indìce e chi partecipa alle audizioni per lo spettacolo mozzafiato, fulcro della giornata. Ci sarà la possibilità di assistere a soavi esibizioni canore per tutti i gusti: duetti, assoli, cori, di farsi cullare dal suono dei più svariati strumenti musicali, di divertirsi con sketch comici di alto livello e di mettersi in gioco in prima persona mostrando i propri talenti. Il pranzo sarà servito da simpatici maghi-camerieri che si diletteranno ad allietare i commensali con indovinelli, prove e giochi di magia. Questi mesi hanno visto protagonisti tutti i ragazzi -chi muoveva i primi ed incerti passi all’interno delle fasi di un’impresa, chi ormai, grazie all’esperienza, è diventato guida e solido punto di riferimento per il resto del Reparto- che con grande entusiasmo si sono rimboccati le maniche e hanno collaborato con impegno e costanza per la realizzazione di questa giornata all’insegna della magia, d’altra parte che sogno sarebbe senza un pizzico di magia!

Le sorprese, però, non finisco qui, provare per credere!

Il calice di Fuoco ha parlato e tu che aspetti? Sei pronto a candidarti?

Giulia, Cuorgnè 1.